Articoli correlati ‘video’

Via Coramari

24 ottobre 2013

Via Coramari, il video d’esordio di La Municipàl è una #ferrara davvero piacevole disegnata e filmata in stop motion (da Listone Mag)

La Municipàl, “Via Coramari” from videodrome-XL on Vimeo.

Ci vorrebbe una canna…

17 maggio 2012


Da: http://vimeo.com/fattincasa (via fuoriluogo.it)

Un quartiere di nome Giardino, il video

17 febbraio 2012

Rebus #1 | Un quartiere di nome Giardino | LABORATORIO #1 from RigenerazioneUrbana on Vimeo.

Domani è la volta del secondo laboratorio, ecco il programma:

Sabato 18 febbraio 2012

Rebus #1 | Un quartiere di nome Giardino

LABORATORI E ATTIVITA’ PER UNA REINTERPRETAZIONE PARTECIPATA DEGLI SPAZI
VERDI PUBBLICI DEL ‘QUARTIERE GIARDINO’ A FERRARA

LABORATORIO #2

dalle ore 15:00 alle ore 18:00
Sala Riunioni Circoscrizione 1
via Ortigara, 12 – Ferrara

La giornata si articolerà in tre momenti principali:

15:00 – 15:30 >>> 1. LANCIO DEL CONCORSO | “Visioni collettive | Un quartiere di nome Giardino”, leggere il quartiere da un’altro punto di vista, utilizzando come strumento d’indagine un bando fotografico.

15:30 – 17:00 >>> 2. AZIONI POSSIBILI | individuazione di azioni per la rigenerazione e il ripensamento delle aree verdi del quartiere Giardino

17:00 – 17:30 | PAUSA E MERENDA

17:30 – 18:00 >>> 3. DISCUSSIONE E DIBATTITO

Think Different (per l’archivio)

29 agosto 2009

La campagna pubblicitaria “Think Different” di Apple. Sì la voce che sentite è quella di Dario Fo.

“Questo film lo dedichiamo ai folli, agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane,
a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso.
Costoro non amano le regole, specie i regolamenti, e non hanno alcun rispetto per lo status quo.
Potete citarli, essere in disaccordo con loro.
Potete glorificarli o denigrarli, ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli.
Perché riescono a cambiare le cose, perché fanno progredire l’umanità.
E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio.
Perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero.”