Articoli correlati ‘governo monti’

Leggi ad personam

10 ottobre 2012

Stendendo un velo pietoso sul resto dell’ennesima manovra Monti, segnalo questo:

Sconti fisco per fondo taglio debito – Arriva la possibilità di fare erogazioni liberali al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato e usufruire di uno sconto fiscale pari al 19% dell’imposta lorda.

Che è, Passera voleva fare una donazione?

Magari avessero liberalizzato la cannabis…

25 gennaio 2012

“Se Monti crede veramente che sia possibile alzare il Pil italiano del 10% con le quattro pirlate che ha proposto, mi viene da pensare che l’unica cosa che sia stata liberalizzata nel Consiglio dei Ministri sia stata la cannabis…”.

Cosí il deputato della Lega, Gianluca Pini, commenta il pacchetto di liberalizzazioni del governo e le dichiarazioni successive del premier Mario Monti. (dal Notiziario Droghe Aduc)

La legalizzazione della cannabis magari non alzerà in un sol botto il PIL del 10% ma libererebbe un bel po’ di risorse pubbliche dall’inutile repressione e farebbe entrare un bel po’ di soldini nelle tasche dell’erario (in totale risorse per 6/7 mld di euro). Senza contare che farebbe emergere un mercato che al momento rappresenta, secondo stime prudenziali, l’1% del PIL (limitando il calcolo a spanne alla sola canapa), legalizzando peraltro una intera e promettente filiera produttiva, dal coltivatore al consumatore.

Insomma, caro Pini, magari avessero liberalizzato la cannabis…

Vai allo speciale di fuoriluogo.it sulle conseguenze economiche del proibizionismo.

(post per il blog di fuoriluogo.it)

Presidio contro lo scippo del referendum il 18 gennaio a Ferrara

16 gennaio 2012

Per difendere la vittoria referendaria e la volontà di 27 milioni di cittadini, contro il tentativo del governo Monti di rilanciare la privatizzazione dell’acqua e dei servizi pubblici locali

Il Comitato Acqua Pubblica di Ferrara dà appuntamento alla cittadinanza
Mercoledì 18 Gennaio 2012 alle ore 18 in corso Ercole I d’Este,
davanti alla Prefettura di Ferrara

per manifestare contro il tentativo del governo di procedere alla completa cancellazione del risultato referendario del 12 e 13 giugno 2011.
Nel corso del presidio il comitato chiederà di essere ricevuto dal prefetto.

No allo Scippo della vittoria referendaria del 12 e 13 giugno 2011
no alle privatizzazioni,
per una gestione dell’acqua pubblica e partecipata

oggi più che mai
si scrive acqua, ma si legge democrazia.

(Via Verdi di Ferrara)

Giù le mani dal referendum

14 gennaio 2012

Uno dei più grandi scandali democratici dell’ultimo anno è il tentativo di dimenticare o peggio annullare gli effetti del referendum sull’acqua. Dalla manovra estiva di Silvio, che ha riproposto pari pari l’articolato abolito, alle orecchie di mercante di ATO, Aziende ed enti locali sulle tariffe, sino al subdolo tentativo del Governo Monti di far rientrare dalla cantina ciò che gli elettori hanno gettato nel precipuo contenitore della raccolta differenziata costituzionale con il voto referendario.

Per questo ho aderito all’appello del Forum dei Movimenti per l’acqua che sta per lanciare una mobilitazione a difesa del risultato referendario.

Fatelo anche voi.